credits

 

 

 

 

 
.  
 

Consulenza strategica nel campo del Fund raising

 
Nuova pagina 1

L’ente pubblico e le Associazioni non profit hanno raramente il tempo e le capacità interne per dedicarsi alla ideazione e stesura di progetti che possano aiutarli a reperire finanziamenti per attività complesse di sviluppo culturale, turistico o sociale. La nostra ormai decennale esperienza nel reperimento di fondi grazie all’elaborazione di progetti concreti da presentare a bandi pubblici e privati può realmente contribuire a “fare la differenza” tra “gestione ordinaria” e “sviluppo reale delle attività” di un ente o una Associazione.

 

» Cos'è il Fund Raising (reperimento di finanziamenti)

Si tratta di un insieme di azioni strategiche che una organizzazione non profit (ente pubblico, associazione, fondazione) mette in atto per la creazione di rapporti d’interesse fra chi chiede risorse economiche in base al proprio scopo statutario e chi è potenzialmente disponibile a donarle.

Si tratta cioè di tutte quelle entrate in denaro o beni materiali che non hanno corrispettivo in termini economici.

Mentre infatti lo “sponsoring” richiede una contropartita, in termini di pubblicità, il Fund raising è un “bene relazionale”, conta cioè il modo in cui esso viene fornito ed il modo in cui esso viene consumato.

Fra chi domanda e chi finanzia si instaura una relazione ai fini della creazione di utilità. Il donatore devolve risorse per uno scopo specifico e l’organizzazione non profit o l’ente pubblico non restituisce un bene equivalente ma unicamente un bene relazionale. Lo scambio economico, contrariamente allo sponsoring, è impari, a favore del beneficiario. Il finanziatore richiede unicamente obiettivi concreti e risultati .

L’abilità con cui si soddisfano le giuste richieste del donatore in termini di obiettivi e successivamente , di risultati fa la differenza assoluta nel processo di Fund Raising.

 

 

» Chi è il Fund Raiser

Il fundraiser è colui che crea lo scambio di valori fra donatore e ente beneficiario o organizzazione non profit. O anche:
  • il Fundraiser è il rappresentate di una causa che qualcuno può decidere di finanziare o meno.
  • Il Fundraiser è colui che “unisce cuore e portafoglio, che unisce fonte e foce” (Doppierio, 2002)
  • Il Fundraiser è colui che acquisisce donazioni da privati a favore di organizzazioni non profit”, (Tempel ,1996)

 

 

» I compiti del Fund Raiser

Il chiedere e il donare coinvolgono tutta l’organizzazione non profit, il fundraiser ed il donatore in un’impresa comune. I compiti del fundraiser sono tantissimi, fra cui anche quello di interiorizzare il valore ed i valori dell’organizzazione ed essere estensione del suo valore e dei suoi valori, ma anche comprendere che ogni “donazione ha al suo interno “qualcosa del donatore”, essere quindi estensione dei valori del donatore.

 

 

» Punti di forza del nostro lavoro

i nostri punti di forza sono la fantasia, che ci permette di trasformare le esigenze degli enti in progetti immateriali finanziabili, la capacità di sintesi, fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi prefissati, i risultati concreti, esempi dei quali trovate alla voce “i nostri lavori”, la perfetta conoscenza del territorio su cui operiamo (Novarese, Verbano, Canton Ticino e Varesotto), la competenza professionale, data da decenni di esperienza nei vari campi di cui ci occupiamo, e l’area stampa dedicata ai nostri lavori, costantemente aggiornata.

 

 

» Il nostro compito

il nostro compito è offrire al cliente la possibilità di accedere a finanziamenti pubblici o privati grazie alla messa a punto di progetti immateriali, turistici, culturali o sociali rispondenti alle loro necessità di promozione, adeguando le stesse alle richieste dei bandi aperti al momento.

 

 

» L'importanza di analisi e sintesi dei bisogni del cliente

Insubria Communication sagl. analizza con il cliente o propone spontaneamente una analisi delle esigenze dell’ente o dell’associazione e definisce obiettivi precisi per poi identificare le strategie migliori per raggiungerli. I risultati concreti ottenuti finora sono la conseguenza della corretta impostazione del lavoro di analisi delle necessità del cliente e della perfetta sintesi degli obiettivi del cliente in funzione degli obiettivi dei finanziatori.

 

 

» Il percorso per la presentazione dei progetti a bando

  • Analisi delle necessità dell’ente
  • Identificazione dei temi di interesse comune per il cliente e l’ente finanziatore
  • Definizione di un progetto di base
  • Valutazione dei tempi
  • Indicazioni sui risultati attesi
  • Stesura del progetto
  • Adattamento alle richieste dei finanziatori
  • Accompagnamento fino all’ottenimento della prima tranche di finanziamenti
  • Se richiesto, direzione del progetto e/o attività di ufficio stampa

 


» I costi

  • 1.000 euro al momento dell’incarico
  • 6% del valore complessivo di progetto, unicamente a finanziamenti ottenuti.
  • i costi per la eventuale direzione di progetto e/o ufficio stampa verranno concordati a parte.

 

Alternativamente si può prevedere la cessione completa al cliente dei diritti di proprietà intellettuale sul progetto. Osservazione: nei paesi in cui la professione di Fund raiser è ormai riconosciuta, il fundraiser può pretendere dal 15 al 30% del finanziamento ottenuto.

Questo perché al lavoro di “procacciatore di sponsor” – cui in Italia viene riconosciuto un compenso pari al 15-20% del finanziamento ottenuto – si assomma il lavoro intellettuale di ideazione e sviluppo di un progetto concreto, mirato alla combinazione fra gli obiettivi del benefattore e del beneficiario. In Italia e Svizzera la nostra professione è ancora agli inizi.

Le nostre richieste sono quindi mantenute più basse.

 

 

» I vantaggi

  • solo 1.000 euro di investimento da parte dell’ente.
  • il progetto viene pagato grazie ai finanziamenti reperiti e null’altro è dovuto in caso di non ottenimento dei finanziamenti stessi.
  • competenza ed esperienza garantite e dimostrate
  • nessuna interferenza sulla gestione dei finanziamenti
  • consulente esperto che ha il vantaggio di disporre di una visione globale sui bandi in corso
  • capacità di adattare le esigenze del cliente a quelle del finanziatore.