Come accedere ai fondi europei a gestione diretta

I fondi europei a gestione diretta vengono gestiti direttamente dall’UE tramite due tipi di programmi

  • i “programmi europei” di tipo tematico che prevedono la cooperazione in vari settori degli Stati membri
  • i programmi di assistenza esterna che prevedono interventi a favore dei paesi confinanti con l’UE, dei paesi in via di sviluppo e dei paesi con economie emergenti

La realizzazione dei programmi è affidata alle Direzioni Generali (DG) della Commissione Europea o ad agenzie esecutive.

Alcuni programmi si servono di Agenzie Nazionali nel paese destinatario dell’azione. Queste sottopongono i progetti elaborati alla Commissione UE che provvede alla valutazione e, se del caso, alla realizzazione o al finanziamento diretto.

Si tratta comunque sempre di progetti relativi a scambio di esperienze o innovazione, mai di progetti strutturali.

 I programmi tematici europei a gestione diretta

HORIZON 2020» destinato a ricerca e innovazione.  Budget: 80 miliardi di euro.

LIFE–Programma per l’ambiente e l ’azione per il clima. Budget: 3,4 Bilioni di euro (3.456.655 milioni di euro)

Diritti uguaglianza cittadinanza. Budget : 439.473 milioni di euro (439 miliardi)

COSME–Programma destinato a sostenere la competitività delle imprese e delle PMI. Budget: 2.298,24 Milioni di euro

EUROPACREATIVA–Programma destinato ai settori culturali e creativi, per permettere loro di superare la frammentazione del mercato di settore, condividere esperienze. E per la traduzione di migliaia tra libri e opere letterarie. Budget: 1,46 miliardi

ERASMUSPLUS–Programma per l’istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.        Budget: 2,7 miliardi di euro

EaSI–Programma per l’occupazione e l’innovazione sociale. Punta a promuovere un elevato livello di occupazione sostenibile e di qualità, garantire una protezione sociale dignitosa, combattere l’emarginazione e la povertà, migliorare le condizioni di lavoro.       Budget: 919.469.000 euro (919 milioni)

FAMI Fondo asilo, integrazione, migrazione, per interventi di carattere strutturale finalizzati al potenziamento del sistema di prima accoglienza e qualificazione allo stesso tempo delle strutture dedicate alla seconda accoglienza e integrazione per promuovere autonomia e inserimento socio-economico dei migranti. Budget: a 3.137 milioni di Euro

 I programmi di assistenza esterna all’UE a gestione diretta

IPA (strumento di pre-adesione adriatica) dipende dalla DG Politica Regionale e dalla DG Allargamento per la cooperazione transfrontaliera tra Paesi membri e Paesi beneficiari IPA. Budget: 698,67 milioni di euro

ENI strumento europeo di vicinato. Offre finanziamenti ai Paesi europei di vicinato, essenzialmente attraverso programmi di cooperazione. Budget: 5.432,63 milioni di euro

PI  (Partnership Instrument) –Strumento di Partenariato per la cooperazione con i Paesi Terzi. Partecipazione aperta a tutti i paesi . Budget: 954,76milionidieuro.

EIDHR –Strumento per la promozione della democrazia e dei diritti umani – partecipazione aperta a tutti i paesi. Budget: 1.332.752.000 euro

DCI (development cooperation instrument): strumento per il finanziamento della cooperazione allo sviluppo. È destinato a tutti i Paesi invia di sviluppo non beneficiari di IPA, di ENI, o del FES. Budget: 19.662 milioni di euro

IFS –Strumento per la stabilità e la pace, destinato a tutti i Paesi che sono in stato di emergenza e che non rientrano negli altri strumenti di assistenza esterna dell’Unione europea. Budget: 2.338,72 milioni di euro

Programma Panafricano fornisce sostegno al partenariato strategico tra l’Africa e l’Unione Europea. Budget : 845 milioni di euro

Accesso ai finanziamenti diretti

Le decisioni circa l’adozione di un programma vengono pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE. A questo segue la pubblicazione di un “call for proposals” (un bando cioè) in tutte le lingue dell’UE sia sulla Gazzetta che sul portale della Direzione Generale incaricata dell’attuazione del programma. A questo possono seguire giornate informative sul bando sia a Bruxelles che nelle nazioni coinvolte.

Il bando contiene informazioni circa obiettivi, ammissibilità delle organizzazioni, partenariato richiesto, azioni ammissibili, finanziamento minimo-massimo per progetto, eventuale co-finanziamento, durata dei progetto, minima e massima, criteri di valutazione e modalità di presentazione della domanda, oltre ai contatti utili per ulteriori informazioni.

In seguito vengono pubblicate “linee guida” che descrivono nel dettaglio ogni azione e spesa ammissibile.

Il finanziamento è a fondo perduto e potrebbe coprire l’intero importo del progetto o richiedere un autofinanziamento con risorse del beneficiario.

Prossimo articolo della serie:

Come accedere ai fondi europei a gestione indiretta

 

Lascia un commento